© ACN

Le nostre attività in Medio Oriente 2018

 

Sebbene la guerra in Siria e in Iraq sia finalmente finita, le sofferenze provocate alle persone permangono ancora. Ne sono testimonianza le rovine, le montagne di macerie al posto delle case e gli occhi vacui delle tantissime persone traumatizzate. L’aiuto umanitario e la ricostruzione restano all’ordine del giorno. Lo stesso vale per la Chiesa che soffre e per i suoi fedeli perseguitati e sfollati. Solo nel 2018, ACN ha devoluto più di 13 milioni di euro a sostegno della Chiesa in Siria e in Iraq.

Nonostante il trauma della guerra, molti cristiani in Medio Oriente sono tornati a guardare al futuro

ACN ha messo a disposizione più di 13 milioni di euro in supporto alla Chiesa in Siria e in Iraq, nel solo 2018.
ACN ha messo a disposizione più di 13 milioni di euro in supporto alla Chiesa in Siria e in Iraq, nel solo 2018.

Più che un gesto di solidarietà umana, per i cristiani in Medio Oriente il nostro aiuto rappresenta un future nuovo ed è espressione dell’unione della cristianità nel mondo. Già nei primi anni di guerra, quando i profughi dovevano lottare per sopravvivere, ACN ha assicurato aiuti d’emergenza per fornire cibo, tende, coperte e medicinali, salvando così decine di migliaia di cristiani. Solidarietà, sostegno e misericordia dell’azione hanno dato loro il coraggio di continuare vivere.

Una famiglia sfollata di Aleppo che vive da quasi tre anni in condizioni difficili a Tartus, una località sulla costa della Siria.
Una famiglia sfollata di Aleppo che vive da quasi tre anni in condizioni difficili a Tartus, una località sulla costa della Siria.

Attualmente, milioni di persone, compresi molti cristiani, vivono nei campi profughi come sfollati. La maggior parte di essi vuole tornare in patria anelando ad una casa che che dia loro protezione e sicurezza. Così come hanno bisogno delle loro quattro mura dopo l’orribile guerra, i fedeli necessitano anche della loro chiesa come luogo per pregare insieme e come simbolo di perdono. Considerato che molte chiese sono state danneggiate o distrutte dalla guerra, gli interventi di ricostruzione sono tra i nostri progetti d’aiuto più urgenti in Medio Oriente. Con ogni nuovo mattone posato, infatti, viene ricostruito anche il tessuto sociale nelle comunità.

Per scoprire di più sul lavoro di ACN nel mondo scarica il nostro Rapporto Attività 2018

Altre regioni

2.1%
© Ismael Martinez Sanchez / ACN

Cari amici, il Signore renda sempre più fecondi la vostra preghiera e il vostro impegno per sostenere la missione della Chiesa in tutto il mondo, soprattutto laddove soffre per i bisogni spirituali e materiali e dove è discriminata e perseguitata.

Papa Francesco